La tigella modenabruzzese

tigelle modenabruzzesi

Le tigelle sono state una scoperta di alcuni anni fa, a Nirano, in quel di Modena.

Sono buone, facili, sfiziose e scatenano la fantasia, infatti il dischetto di pasta calda, morbida, vuota al centro, si presta ad essere farcito con qualsiasi cosa.

La versione tradizionale prevede come farcitura il pesto, che è una crema di carne di maiale cruda condita, e un cucchiaino di grana. Questa sera invece ci ho messo dentro della lonza (a Modena direbbero culatello) del maiale macellato a gennaio e del pecorino fresco grigliato. Un felice esempio di cucina fusion!

C’è un solo inconveniente, per cuocerle occorre un apposito attrezzo. Me lo ha regalato un’ amica del posto, presumo che nella zona di Modena si trovi facilmente anche al mercato.

Tigelle

Ingredienti:

Farina di frumento tipo “0” 2 kg

Latte due bicchieri

Lievito di birra un cubetto

Sale

Procedimento: Fare la fontana con la farina, aggiungere un pizzicone di sale. Intiepidire il latte e sciogliervi dentro il lievito. Versare il latte al centro della farina e cominciare a impastare, aggiungendo tanta acqua tiepida quanto basta a ottenere un impasto piuttosto morbido. Continuare a lavorare finchè la pasta risulterà ben legata e non appiccicosa. Porre l’ impasto sulla spianatoia den infarinata, cospargerlo di farina e coprirlo con un telo. Lasciar lievitare almeno un paio d’ ore. Trascorso questo tempo prendere dall’ impasto un pezzo alla volta, lavoralo brevemente e stenderlo sulla spianatoia infarinata allo spessore di circa mezzo cm. Ritagliare con un tagliapasta dei dischi poco più piccoli degli scomparti della tigelliera, metterli su un piano ricoperto da un telo infarinato e coprirli con della pellicola trasparente, affinchè non secchino. Con questa dose si ottengono più di 200 tigelle piccole. Occorre aquesto punto farle lievitare ancora un’ ora. In realtà nel tempo che si impiega per tagliare tutte le tigelle, le prime hanno già lievitato a sufficienza. Scaldare bene la tigelliera su fiamma vivace, quando è pronta sistemarvi le prime tigelle, chiudere e dopo pochi istanti girarla sull’ altro lato. Aprirla e togliere velocemente con una pinza le tigelle cotte. Se il ferro è a giusta temperatura ci vorrà meno di un minuto per cottura. Le tigelle sono pronte quando sono ben gonfie e appena dorate, non devono assolutamente scurirsi. Per tenere le tigelle calde conviene dotarsi di due cestini foderati con tovaglioli di tessuto, appena uno e pieno va coperto e servito cominciando a riempire l’ altro. Le tigelle eventualmente avanzate diventano dure dopo poche ore, quindi conviene congelarle appena raffreddate. Al momento di consumarle basterà passarle ancora congelate su un testo ben caldo, tornaranno come appena fatte.

Pesto

Ingredienti:

Pancetta di maiale cruda

Aglio rosmarino sale

Grana per completare.

Procedimento: pestare la pancetta con spicchi d’ aglio sbucciati, foglioline di rosmarino e un grosso pizzico di sale. In realtà per sveltire molto il lavoro senza compromettere il risultato si può passare il tutto prima al tritacarne e poi lavorare l’ impasto nel mortaio. Assolutamente da evitare il frullatore, che rovina e riscalda il pesto.

Tagliare la tigella calda, spalmarvi un po’ di pesto, cospargere con un cucchiaino di grana, chiudere e gustare subito.

Annunci

4 Responses to La tigella modenabruzzese

  1. Rossana ha detto:

    Ho avuto la fortuna di assagiarli da te a agosto e è vero che sono buonissimo.
    In piu a tavola cera la pancetta che fai !
    Hum ! Hum ! quando ci penso ho l’acqua che mi scende della bocca.

  2. Silvia ha detto:

    Ale che meraviglia !!!!!! e che fame !!!!
    ti ho messo nei preferito ineme a Mon…..il mio blog langue sono troppo presa dalla vita…

  3. aleaq ha detto:

    Meglio, Silvia, molto meglio!

  4. Monica ha detto:

    Vediamo se stavolta me lo prende.
    Sono 5 giorni che cerco di lasciarti un commento.

    Silviaaaaaaaaaaaaaa
    torna tra noi!!!
    O fai almeno un coprispalle a MF

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: